Qi Gong è una ginnastica cinese per la salute, che attraverso delle sequenze di movimenti, sviluppa la consapevolezza del proprio corpo e porta, con un allenamento costante e paziente, ad essere più presenti nel cammino quotidiano.

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
 
Giovedì 18.00-19.30
Istruttore Paolo Giovanazzi
Operatore Olistico in Medicina Tradizionale Cinese, si specializza nel massaggio tuina per il trattamento dei meridiani. E' istruttore di Qi Gong e la sua pratica si rivolge all'armonizzazione dell'energia di corpo e mente.
 IMG_7199.jpg
 
 
Il Qi Gong è una pratica di evoluzione personale e di nutrimento per il corpo e lo spirito, in connessione con i principi di natura. 

Da secoli è apprezzato in Cina per il suo potere benefico: attraverso piccoli movimenti si è incoraggiati a sciogliere le tensioni della muscolatura ed entrare in contatto con le sensazioni del corpo lavorando sul qi, energia vitale fondamento del benessere e della vita stessa. Ogni essere vivente è dotato della propria energia vitale, che fluisce dentro di noi tramite dodici canali detti meridiani. Quando il Qi fluisce liberamente senza incontrare ostacoli siamo in perfetta salute, forza e vitalità. Al contrario, se il flusso del Qi è alterato o è bloccato in una qualche parte del corpo, lo si percepisce con episodi di malessere, dolori e debolezza fisica. 

Il Qigong, o lavoro del Qi, è la base di tutte le arti marziali e include una serie di tecniche per governare il Qi in modo da farlo circolare senza ostacoli. 
Integra movimento, respirazione, sensazione e immaginazione con progressioni di movimenti piccoli, precisi e potenti, abbinati a suoni e rappresentazioni simboliche, capaci di agire sottilmente e produrre effetti duraturi su squilibri posturali e disarmonie interiori. La finalità è quella di raggiungere un maggiore benessere sia a livello mentale e spirituale che a livello fisico.

Il concetto base del Qi Gong è racchiuso nell’unità corpo-mente.
Secondo la medicina tradizionale, l’aspetto fisico e quello psichico-emozionale non sono separati, ma strettamente integrati tra loro: le manifestazioni fisiche sono conseguenza di un equilibrio interiore. Se le varie forze da cui siamo composti sono in equilibrio, il nostro corpo sarà in salute.
Il Qi Gong agisce dall’interno per ripristinare l’equilibrio favorendo un senso di unità e di armonia. L’osservazione è costantemente rivolta a sé stessi, su sensazioni, percezioni e riconoscimento per sviluppare consapevolezza, presenza e portarle dalla pratica alla vita quotidiana.

Gli esercizi del Qi Gong non prevedono alcun tipo di sforzo fisico o contrazione muscolare. L’obiettivo primario è di raggiungere il rilassamento dei muscoli così da permettere una miglior circolazione dell’energia attraverso i meridiani, e dei liquidi nel corpo. Una lezione combina:
- esercizi di stretching e di respirazione per preparare corpo e mente ad immergersi nella pratica vera e propria
- tecniche statiche basate su posture e posizioni mantenute, funzionali ad accumulare il qi e integrare le nostre scorte energetiche
- esercizi dinamici, dove prevale il movimento fluido in coordinazione con il proprio respiro, indicati per sciogliere muscoli e articolazioni
- pratiche meditative mirate a portare l'attenzione al proprio essere e riequilibrare la mente


Il Qigong è una disciplina sia fisica che meditativa e prevede la coordinazione di corpo, respiro e mente, ovvero postura, respirazione e consapevolezza.
I benefici di una pratica costante si possono riscontrare a vari livelli:

- indurire le ossa e sciogliere le articolazioni
giovamento strutturale e dinamico per i principali gruppi articolari
- rafforzare i muscoli senza indurirli e ammorbidire i tendini senza rammollirli
tono ed elasticità dei principali gruppi muscolari

- muovere l’energia per muovere il sangue
benefici dell’apparato circolatorio, fluidità e regolarizzazione nella circolazione sanguigna
- mobilizzare il diaframma con una migliore ossigenazione dell’organismo
aumento della durata e della profondità di ciascun atto respiratorio
diminuzione della frequenza di inspiri ed espiri con un superiore volume di aria coinvolto
- riscoprire il potenziale di autoregolazione e di adattamento all’ambiente
aumenta la consapevolezza di poter influire direttamente sul proprio stato di salute