Hata Yoga è una pratica di movimento e respiro per espandere i propri limiti fisici e mentali sviluppando la propria consapevolezza.
________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
 
Lunedì-Giovedì 19:50 - 21:00

con Anna Catellani
Insegnante di Hatha yoga secondo il metodo Parinama

hatha_buonavita.jpg

In un movimento armonioso e in un corpo sciolto vivono l’intenzione serena e la mente pacifica. 

Lo yoga è una pratica di amore e di bellezza dentro la quale riscoprirsi belli nell’umiltà della propria finitezza.
Nell’accogliere il limite e nel concedergli esistenza, si cela opportunità di ascolto e di evoluzione verso una forma autentica: ampia, abitata, mia.

La disciplina dell’Hatha Yoga trova consistenza nella consapevolezza del respiro. Un respiro, un movimento.
Le posture non vengono imposte al corpo richiamando la forza muscolare, ma fatte vivere espandendo lentamente la posizione dall’interno verso l’esterno: praticare yoga non è fare le asana, ma diventare le asana. Il respiro si rivela strumento essenziale per esplorare le zone sconosciute del nostro corpo interno, abitarle, ampliarle e donare ad ognuna di esse una forma viva e un nuovo valore.

Scegliere di affrontare le posture e imparare a rimanerci comodi e stabili significa abbandonare il proprio ego e l’immagine artefatta che abbiamo di noi stessi. Significa prendere contatto con i propri blocchi, accettarli e trasformarli in occasione di scoperta e di evoluzione. Mettere in discussione i limiti del corpo per sciogliere le resistenze conquistando apertura e sensibilità. Allo stesso modo affronteremo poi le situazioni quotidiane, impareremo a rimanerci comodi e stabili, impareremo a cambiare ciò che non ci piace e ad accettare ciò che non possiamo cambiare. Per  assorbire la vita senza resisterle.

L’Hatha Yoga è una disciplina antica fondata sulla ricerca dell’equilibrio tra corpo, mente e spirito per costruire  una condizione di armonia, serenità e pace interiore. La pratica costante delle posizioni contribuisce all’elasticità della schiena, rilassa i muscoli e le ramificazioni nervose. Attraverso le rotazioni e le pressioni che le asana esercitano sugli organi interni, si tonificano tutti gli apparati fisiologici. La respirazione profonda rallenta il battito cardiaco e il ritmo concitato dei pensieri, placando le tensioni.